Tag Titolo Abstract Articolo
Campobasso
La Molisana si impegna ad acquistare, in prima battuta, il 30% del grano molisano
immagine
(AGMnews) - Livia Garofalo - Termoli (CB), 30 lug. Oltre 1000 imprenditori agricoli cerealicoli e più di 250 trattori hanno invaso pacificamente Termoli oggi per la grande manifestazione di Coldiretti in difesa del grano made in Italy e molisano. Questi i numeri della grande manifestazione che Coldiretti Molise ha portato nella cittadina adriatica per protestare contro l’enorme abbassamento del prezzo del grano che sta causando la chiusura di centinaia di aziende in tutto il Paese. Fin dalle prime ore della mattina sono giunti in piazza Giovanni Paolo II a Termoli i mezzi agricoli con centinaia di imprenditori cerealicoli, trasformando la piazza in una enorme distesa gialla fatta di bandiere magliette e cappellini tutti rigorosamente Coldiretti. La mattinata è proseguita con la rappresentazione pratica della trebbiatura, con una macchina d’epoca, ed una festosa sfilata dei mezzi agricoli per le strade della città che sono poi rientrati in piazza dove dal grande palco allestito da Coldiretti sono intervenuti: il presidente regionale di Coldiretti, Tommaso Giagnacovo, il vicepresidente nazionale di Coldiretti, Mauro Tonello, anche nella sua veste di presidente del Cai, il sindaco di Termoli, l’onorevole Laura Venittelli, componente della Commissione Agricoltura, l’assessore regionale all’Agricoltura, Vittorino Facciolla, ed il presidente della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura. Gli interventi dei relatori si sono susseguiti coordinati dal direttore regionale di Coldiretti, Saverio Viola. Filo conduttore della manifestazione l’importanza della tracciabilità dei cereali che, come sottolineato dal presidente Giagnacovo, “costituisce elemento fondamentale per la sicurezza alimentare di tutti”. Concetto ribadito dal direttore Viola che ha sottolineato l’importanza dell’etichettatura obbligatoria la quale dovrà “prevedere il luogo ma anche l’anno di produzione dei cereali”. Disponibilità da parte degli esponenti politici che hanno mostrato sensibilità verso il problema della tracciabilità, assumendosi l’impegno di battersi nelle sedi istituzionali per raggiungere questo obiettivo. 
Attualità
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 30 lug. Non sono d'accordo con "lo sciopero della semina", l'ultimatum del Presidente della Cia, riportato dalla stampa che ha dato il giusto risalto alla giornata di mobilitazione della stessa organizzazione in tutte le sedi regionali. Sono d'accordo, però, con il resto del suo ragionamento.  E' da due anni che parlo, con alcuni articoli, ai produttori di grano e alle loro organizzazioni di "sciopero", non della semina, ma " dell'acquisto dei prodotti che servono alla coltivazione del grano" e raccogliere quello che la terra dà. Una "rivoluzione" seminare e non acquistare quello che più pesa sul bilancio di un raccolto. Questa volta, se ci sarà questo sciopero, a doversi preoccupare saranno i petrolieri e le multinazionali dei concimi, degli antiparassitari, dei pesticidi  Continuo a credere che vale la pena seminare, senza, però, essere schiavi dei fornitori. Seminare per produrre grano ancor più di qualità e, cogliere l'occasione di una rinuncia ai mezzi di produzione prima citati, per dare alla terra un po' di respiro. Un modo, anche, per avere voce all'interno della filiera, con gli altri soggetti, questa volta, preoccupati, mentre i coltivatori vivono una stagione di dovuto riposo, soprattutto dai maltrattamenti di politiche errate che continuano a pesare negativamente sul futuro dell'agricoltura, quella contadina in particolare.
Isernia
immagine
(AGMnews) - Livia Garofalo - Isernia, 30 lug. Il professor Ferdinando Nicoletti, Responsabile dell’Unità di Neurofarmacologia dell’I.R.C.C.S. Neuromed, e il professor Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università Tor Vergata e consulente Neuromed, sono stati chiamati a far parte del Comitato nazionale per la Biosicurezza, le biotecnologie e le scienze della vita. Questo Comitato ha un ruolo cruciale in quanto è a supporto diretto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Tra le sue finalità istituzionali troviamo quella di assicurare il coordinamento, l'armonizzazione e l'integrazione dei programmi, delle iniziative e delle attività dei Ministeri, degli Enti e degli Organismi pubblici e privati operanti nel settore delle biotecnologie per garantire forme di intervento unitarie ed omogenee. In particolare, l’organismo al quale sono stati chiamati i due esponenti dell’I.R.C.C.S. Neuromed dovrà affrontare questioni particolarmente complesse, che disegneranno letteralmente il futuro del nostro Paese. Come quelle delle banche del Dna, degli organismi geneticamente modificati, dei rischi biologici e chimici. In altri termini, si troverà alla frontiera delle ricerche nelle scienze della vita, con, ad esempio, le nuove potenzialità in campo agricolo e alimentare e i nuovi sviluppi nelle terapie geniche e nella biomedicina in generale. E’ in questi campi di innovazione che il comitato verrà chiamato a dare pareri e formulare proposte per aiutare il Governo nelle sue decisioni.
 
Regione Molise
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 30 lug. Il Molise, i suoi abitanti e le sue imprese hanno bisogno di certezze. Ne è convinto anche il sistema camerale molisano, il cui Presidente, Paolo Spina, ha dichiarato che “il Patto per il Molise deve essere uno strumento concreto, costruito tenendo presente i fabbisogni del territorio, che dovranno continuare ad essere condivisi dal partenariato rappresentativo degli interessi economici e sociali della Regione”. Una programmazione , dunque, che  deve portare alla individuazione di interventi mirati, lontani dalle logiche degli interventi a pioggia. I 727 milioni di euro disponibili rappresentano una somma importante per dare un nuovo volto al Molise attraverso il rilancio degli investimenti e dell’occupazione ed il sostegno alle attività imprenditoriali. Anche l’intervento programmato per la riqualificazione dell’intera area della Cittadella dell’Economia può essere un’occasione importante di rilancio, ma alla sola condizione che si tenga conto degli  aspetti inerenti la gestione economica della stessa. I costi di gestione, infatti, non sono e non dovranno essere un aspetto secondario, ma, al contrario, pianificati con oculatezza assieme alla sostenibilità futura dell’intera struttura. Il Patto per il Molise dovrà essere anche lo strumento che potrà dare rilancio al settore del turismo, un settore trasversale alla crescita dell’economia del territorio e per questo strategico. Si tratta di interventi  sui quali in passato anche il sistema camerale molisano ha dato il suo contributo in termini di idee e progettazione e che oggi potranno trasformarsi in realtà. Così come i tempi sono maturi – prosegue il Presidente dell’Ente camerale - per trasformare in realtà l’idea di creare un unico portale di promozione del territorio, condiviso ed alimentato continuamente da tutti gli attori interessati, siano essi istituzionali o privati. Ormai la sfida competitiva, a livello globale, si gioca soprattutto sulla capacità di stare in rete e per stare in rete c’è bisogno di una task force di professionalità e competenze in campo comunicativo, informatico e di gestione dei servizi, in grado di offrire informazioni aggiornate e tempestive e servizi altamente qualificati. In estrema sintesi un portale in cui è possibile trovare assistenza, informazione e promozione a 360°”. Nei prossimi anni, dunque, il Molise può e deve cambiare decisamente passo, con interventi strutturali sia in tema di viabilità e valorizzazione del territorio (come la riqualificazione delle aree del Biferno e del Trigno, l’elettrificazione del collegamento ferroviario Campobasso-Roccaravindola ed altri interventi di assoluto rilievo) sia per il completamento dei servizi avanzati per la digitalizzazione delle imprese e di tutto il territorio.  Anche in campo formativo gli interventi programmati devono essere indirizzati verso azioni in tema di alternanza scuola-lavoro al fine di porre le basi per un ingresso più agevole nel mondo del lavoro da parte dei tanti giovani molisani. Insomma il quadro che va delineandosi lascia intravedere un futuro meno incerto, in cui anche il settore della sanità dovrà trovare un suo equilibrio. “Apprezziamo e condividiamo anche gli interventi finalizzati a potenziare il servizio ospedaliero”  ha dichiarato ancora il Presidente Spina il quale – tuttavia – auspica anche in questo caso “l’adozione di misure idonee a garantire un abbattimento dei costi e delle spese di gestione ed una definitiva ottimizzazione e riorganizzazione del sistema sanitario ospedaliero sia in termini di strutture e servizi che di personale”. 
 
Attualità
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 30 lug. Si terrà oggi 30 luglio a partire dalle ore 17 presso la Torre Violante, in località Montebello a Montenero di Bisaccia, la prima edizione di "Borghi d'Estate 2016 - Cammino per i percorsi della salute".  L'evento, targato Borghi della Salute, è patrocinato dal Comune di Montenero di Bisaccia e ha la finalità di promuovere il movimento e l'attività fisica per migliorare la propria salute, attraverso una passeggiata turistica che partirà dalla famosa torre di Montebello, attraverserà le acque del Fiume Trigno e giungerà fino alla Costa Verde, presso il Piazzale della Guardia Costiera, per poi fare ritorno a Montebello, presso la Torre di Violante. L'appuntamento è aperto a tutti gli amanti della camminata, del nordic walking, delle passeggiate in mezzo alla natura e all'aria aperta, con l'accortezza di dotarsi di un'attrezzatura adeguata.  
Regione Molise
immagine
(AGMnews) - Vito garofalo - Campobasso, 30 lug. “Il prezzo del grano è sceso ai livelli di trent’anni fa e solo nell’ultimo anno si è praticamente dimezzato. In più la beffa di trovarci nella situazione che il prodotto nazionale è pagato meno di quello importato, che aumenta sempre di più (+54% in quantità negli ultimi tre anni, v. tabella). E mentre giunge il grano straniero, quello made in Italy viene esportato a basso prezzo nell’area del Mediterraneo”. Lo sottolinea Confagricoltura che, in molte aree vocate alla cerealicoltura, ha promosso manifestazioni, sit-in, iniziative di sensibilizzazione, per richiamare l’attenzione su un comparto altamente strategico che si trova in una situazione insostenibile”. “Bisogna affrontare un momento di emergenza, con le aziende agricole che subiscono entrate inferiori ai costi, aggravato dalle speculazioni e dalla carenza di adeguati centri di stoccaggio – ha proseguito Confagricoltura –. Allo stesso tempo occorre intervenire per dare certezze, senza le quali non si può impostare la programmazione produttiva”. Ad avviso di Confagricoltura “attraverso il piano cerealicolo si dovrà intervenire prevedendo: strumenti innovativi finalizzati alla trasparenza delle quotazioni e delle contrattazioni; investimenti nell’ammodernamento delle strutture di stoccaggio per qualificare il grano made in Italy; accertamento delle giacenze (rendendo obbligatoria la comunicazione annuale delle scorte al ministero delle Politiche agricole entro il 31 maggio); monitoraggio delle importazioni e dei flussi di cereali all’interno dell’Ue; verifica delle superfici coltivate e della produzione potenziale traendo i dati dai fascicoli aziendali”. 
Confagricoltura sollecita infine che “il piano cerealicolo intervenga per responsabilizzare la filiera ad una più equa ripartizione della redditività e ad operare unita per valorizzare e premiare il ‘sistema Italia’; con un impegno comune che contrasti ogni forma di speculazione. Servono poi controlli adeguati alle frontiere sul prodotto importato che deve rispettare condizioni di reciprocità con quello nazionale (qualità, caratteristiche, salubrità)”.
 
 
 
 
Regione Molise
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 29 lug. Secondo trimestre chiuso con il miglior tasso di crescita imprenditoriale: +380 le nuove imprese nate in Molise nel periodo aprile-giugno, +1,09% il tasso di crescita. A fine giugno sono 35.206 le imprese registrate presso la Camera di Commercio del Molise. Questi i dati salienti sulla nati-mortalità delle imprese molisane nel secondo trimestre dell’anno diffusi come di consueto dall’Ufficio Studi e ricerche di Unioncamere Molise. Nel secondo trimestre del 2016 è tutto il Sud a dimostrarsi più dinamico del resto del Paese. Il tasso di crescita complessivo delle regioni del Mezzogiorno si attesta infatti a  +0,73%, in crescita rispetto agli ultimi due anni, contro lo 0,63% della media nazionale, un valore che ricalca esattamente quello registrato nello stesso periodo del 2015. Tra aprile e giugno il Registro delle imprese delle Camere di commercio in tutta Italia ha fatto registrare un incremento di 38mila unità, di cui 14.500 (il 38,1%) residenti al Sud. Un risultato che evidenzia la crescente partecipazione dell’imprenditoria del Mezzogiorno al saldo nazionale negli ultimi anni: dal 2008 ad oggi, infatti, la quota del saldo nazionale delle aziende del Sud è passata dal 29% al 38,1% del secondo trimestre di quest’anno. Tornando al Molise il settore che, in termini assoluti, ha registrato il saldo più consistente è stata l’agricoltura (+140 imprese nel trimestre), seguito con saldi più modesti dalle attività professionali, scientifiche e tecniche (+13 imprese) dalle attività manifatturiere (+5 imprese) e dalle imprese di servizio a supporto delle imprese, noleggio e agenzie di viaggio (+5 imprese). Di contro gli unici saldi negativi si registrano per il commercio (-24 imprese nel trimestre), per le imprese di fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti (-1 impresa) e per le imprese di trasporto e magazzinaggio (-1 impresa). Per quanto riguarda le forme giuridiche, buono il risultato delle ditte individuali con 217 imprese in più, il 57% di tutto l’incremento registrato nel periodo: il rispettivo tasso di crescita (+0,9%) risulta in netto miglioramento a distanza di un anno (+0,35% a giugno 2015).  A conferma di un dato ormai strutturale anche nel secondo trimestre del 2016 il miglior tasso di crescita appartiene alle società di capitali (+2,0%) in linea con il risultato dello scorso anno. Miglioramenti si registrano anche per le società di persone che, al contrario dello scorso anno, presentano risultati positivi (+10 imprese, +0,3% il tasso di crescita). Le altre forme giuridiche (forme cooperative e consorzi) chiudono il trimestre con un saldo pari a +18 imprese e un tasso di crescita di +1,6%.
Lazio Meridionale
immagine
(AGMnews) -Roma, 29 lug. È stato firmato ieri – nella sede del Compartimento Anas del Lazio – il Protocollo d’Intesa per lo scambio di informazioni sulla viabilità regionale con particolare attenzione all’area metropolitana di Roma, cui hanno aderito, oltre ad Anas, la Polizia Stradale, la Regione Lazio con Astral, Roma Servizi per la Mobilità, Autostrade per l’Italia e Strada dei Parchi. Il Protocollo d’Intesa mira a rafforzare la collaborazione tra le istituzioni e gli enti coinvolti, con l’obiettivo di sviluppare un processo di continuo miglioramento del sistema di informazione nella gestione della mobilità e nell’assistenza agli utenti che utilizzano le infrastrutture stradali e autostradali della Regione Lazio ed in particolare dell’area metropolitana di Roma. Tale accordo prevede un coordinamento e uno scambio di informazioni tra le sale operative di controllo del traffico di Anas (operativa H24), della Polizia Stradale (operativa H24), della Sala Operativa dell’Infomobilità di Astral (Regione Lazio), della Centrale della Mobilità di Roma Servizi per la Mobilità e i Centri Radio Informativi di Autostrada per l’Italia – 5° tronco e Strada dei Parchi. La gestione condivisa delle informazioni e della mobilità riguarderà, tra l’altro, i seguenti tratti stradali e autostradali: la connessione tra le consolari, l’autostrada del Grande Raccordo Anulare, l’Autostrada Roma-Aeroporto di Fiumicino, la tangenziale Est, il Viadotto della Magliana/Isacco Newton, l’Autostrada A24 ed in particolare il Tronco di Penetrazione urbana, l’Autostrada A1 Milano-Napoli e le due Diramazioni Roma Nord e Roma Sud, l’Autostrada A12 Roma-Civitavecchia e altre strade urbane portanti. Verranno quindi condivise le informazioni sulle condizioni di traffico e sui tempi di percorrenza sulle tratte di propria competenza, in modo da diffondere, sui rispettivi canali disponibili, una comunicazione verso l’utenza coordinata ed omogenea. Il coordinamento tra i diversi soggetti istituzionali sarà ulteriormente rafforzato in occasione della gestione dei grandi eventi straordinari - condizioni metereologiche (neve, ghiaccio, etc.), eventi sportivi e/o religiosi di rilievo, eventi sociali quali concerti, manifestazioni, raduni, etc.) - per i quali si prevede un impatto significativo sulla mobilità regionale ed in particolare sulla mobilità in entrata e in uscita dall’area metropolitana di Roma. 
Lazio Meridionale
immagine

(AGMnews) - Minturno (LT), 29 lug. “Con Delibera di G.M. n. 11 del 22/07/2016 il Comune di Minturno ha apportato alcune modifiche ed integrazioni relative alle condizioni di sosta a pagamento. Tra le modifiche apportate viene introdotta la possibilità di estendere le condizioni previste per gli abbonamenti rilasciati ai domiciliati anche ai residenti nei Comuni limitrofi (Santi Cosma e Damiano, Castelforte, Spigno Saturnia e Formia), previo accordo da stipulare con le Amministrazioni interessate. Una volta stipulati tali accordi, i residenti nei Comuni suindicati potranno beneficiare delle stesse agevolazioni riservate ai domiciliati, ossia dell’abbonamento annuale al prezzo di € 35,00 (eurotrentacinque,00), abbonamenti che consentiranno di sostare su tutte le aree blu ad eccezione del lungomare di Scauri nel periodo compreso tra il 1° giugno ed il 31 agosto di ogni anno”. A comunicarlo è l’Assessore ai Trasporti, nonché Vice Sindaco, Vincenzo Petruccelli il quale ha voluto ringraziare Il Sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, per aver fatto propria una richiesta avanzata già da tempo in nome degli ottimi rapporti da sempre esistiti tra le due popolazioni e le amministrazioni dei due comuni e che finalmente ha trovato la sua pratica attuazione consentendo a tutti i cittadini che per vari motivi gravano nelle cittadina marina che rappresenta la mèta naturale e per molti versi obbligata dei nostri concittadini e che in questo modo potranno recarvisi con più tranquillità. Anche il Sindaco Vincenzo Di Siena nell’apprendere della formalizzazione di queste nuove condizioni ha voluto ringraziare, a nome dei cittadini di Santi Cosma e Damiano, l’Amministrazione guidata da Gerardo Stefanelli manifestando la pronta disponibilità alla stipula degli accordi necessari per consentire l’applicazione di quanto stabilito nella delibera di giunta del Comune di Minturno, ed evidenziando la disponibilità dell’assise minturnese a ragionare nell’ottica comprensoriale, atteggiamento sempre più indispensabile per poter affrontare le grandi sfide che riguardano il nostro territorio e l’intero comprensorio. 

Attualità
immagine
(AGMnews) - Frosinone, 29 lug. Nella mattinata di ieri, è stata data esecuzione alla sentenza del  Tar di Latina che ha permesso al Comune di Frosinone di rientrare in possesso dei campi sportivi ubicati nell'area dell'ex Mtc, dopo oltre 20 anni. I Giudici amministrativi hanno respinto i due ricorsi proposti dal Gruppo Sportivo Dilettantistico Frosinone 2000 contro il Comune di Frosinone per l’annullamento degli provvedimenti, aventi ad oggetto il rilascio degli impianti sportivi dell'ex Mtc, ritenendo completamente infondate le richieste di chi pretendeva di gestire le attrezzature pubbliche, senza alcun titolo giuridico ed in modo del tutto gratuito, addirittura facendo ricadere le spese per le utenze sull’intera collettività. A seguito di tale decisione, dunque, il Comune di Frosinone potrà ora effettuare le opere di riqualificazione degli impianti, attraverso la gestione che è stata assegnata ad una nuova compagine sportiva, a seguito di una specifica gara d’appalto espletata lo scorso anno. Il nuovo gestore effettuerà investimenti infrastrutturali per oltre 300.000 Euro, assicurando all'ente municipale il pagamento di un corrispettivo annuale di circa 20.000 Euro, sobbarcandosi gli oneri della  manutenzione ordinaria e straordinaria. Con la nuova gestione degli impianti sportivi sarà assicurato, inoltre, da parte dell'amministrazione Ottaviani, l'accesso facilitato alle famiglie a basso reddito e alle associazioni di tutela dei portatori di handicap, grazie ad un'apposita convenzione con il Comune di Frosinone, per il perseguimento degli scopi sociali connessi all'attività sportiva dell'intera cittadinanza. “Il patrimonio pubblico – ha commentato il Sindaco Nicola Ottaviani – non può essere lasciato in stato di abbandono e deve essere gestito da coloro che rispettano la destinazione sociale dei beni mobili ed immobili, svolgendo attività sportive , con un occhio particolare alle esigenze dei giovani, organizzando il tutto con l’efficienza del privato. Con il nuovo assetto dei campi sportivi dell’ex MTC, potremo andare incontro alle molte richieste di attività sportiva, che provengono dal settore delle famiglie a basso reddito o dei nuclei in cui sono inseriti ragazzi diversamente abili. Adesso bisognerà accelerare le operazioni di riqualificazione, per essere pronti fin dal prossimo mese di settembre, per la promozione delle attività sportive e per l’attivazione delle scuole calcio” 
Tag cloud
Rss
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact