Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 18/02/2017 16:41:00
Exploit della sezione AIA isernina. Ben 35 giovani diventano nuovi arbitri di calcio.
La sezione arbitrale di corso risorgimento, batte tutti i record in materia di numero di suoi Associati iscritti.. portandolo a 162
(AGMnews) - Isernia, 19 Feb.   Un modo di fare sport. Un modo per formare il carattere , la personalità  e un modo per fare aggregazione per un giovane.  Essere arbitro di calcio!  Dafina Alimi, Alex Arcaro, Domenico Bianco, Francesco Caniglia, Brian Caruso, Paola Caruso, Luca Colantuono, Attilio Del Corpo, Nicandro Di Nardo, Caterina Di Palma, Gabriele Di Pasquale, Serena Falasca, Geremia Fazzini, Giulio Fiocca, Michelangelo Florio, Riccardo Florio, Luca Forte, Riccardo Gentile, Zana Kryezi, Luigi Lomastro, Mattia Mastroiacovo, Ernesto Papa, Mario Rascato, Benedetto Ricci, Alex Rongione, Ezio Roselli, Denise Rossi, Marco Santilli, Lorenzo Scarano, Nicola Scarano, Ludovica Spina, Antonio Stinziani, Fabrizio Tarquinio, Nicandro Visocchi e Filippo Volpe. Questi i nomi dei trentacinque nuovi arbitri di calcio che hanno superato gli esami finali dopo un lungo iter fatto di corsi e insegnamenti tenuti da Associati  più esperti . Questi nuovi arbitri insieme agli altri giovani arbitri dell’OTS (Organo Tecnico Sezionale) hanno affrontato il raduno di metà stagione che, da un lato ha verificato l’andamento tecnico e atletico degli arbitri più esperti, dall’altro ha immesso  negli organici del presidente Domenico De Falco i 35 nuovi fischietti, risultati idonei negli esami abilitanti, sostenuti a dicembre. Una squadra pronta e attiva, sotto lo sguardo attento del neo componente del comitato nazionale AIA, Stefano Archinà, insediato nel nuovo ruolo dopo le elezioni dello scorso 24 settembre. Archinà ha potuto apprezzare il metodo di lavoro della squadra pentra e di come gli sforzi profusi negli anni stiano portando ottimi risultati. Durante i test atletici, allo stadio “Mario Lancellotta” i tempi fatti registrare sono stati molto soddisfacenti, soprattutto per i neo immessi.  «Devo fare un ringraziamento particolare – dice De Falco – ai dirigenti scolastici di alto profilo e valore che hanno capito l’importanza che porta con sé il corso arbitri e ci hanno aperto le porte delle loro scuole. Parlo dell’istituto “Teofilo Patini” di Castel di Sangro dove la preside, la prof.ssa Cinzia d’Altorio, si è dimostrata più che collaborativa e assolutamente entusiasta di proporre ai suoi ragazzi un progetto di educazione sportivo-culturale che affonda le radici nel gioco del calcio ma anche nella cultura della legalità e del rispetto delle regole. Oltre Castel di Sangro, altro comune di riferimento è stato Venafro. Qui la collaborazione con l’istituto “A. Giordano”, dura da diversi anni e permette anche ai ragazzi di Venafro e limitrofi di avvicinarsi a questo mondo di sport e di cultura. La preside dell’istituto la prof.ssa Rossella Simeone, con la collaborazione del vicepreside, prof. Marco Fusco, ha aperto le porte agli arbitri di Isernia in un progetto duraturo e significativo per il centro molisano. Infine, Trivento: un comune molto attivo nel panorama culturale. Anche qui nulla sarebbe stato possibile senza la volontà dei dirigenti scolastici di aprire le loro porte al mondo arbitrale. La preside, prof.ssa Maddalena Chimisso, ha permesso l’effettuazione del corso direttamente nell’istituto triventino, evitando ai giovani aspiranti la trasferta a Isernia per seguire le lezioni. Educare ragazzi, formati al servizio, al rispetto delle regole e del vivere civile è una virtù. Ecco perché il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha voluto così fortemente una convenzione con il MIUR, al fine di poter entrare nelle scuole e far vedere ai ragazzi, con i loro occhi, cosa sia l’AIA, chi siano gli arbitri e cosa voglia dire “diventare arbitro”. Questa convenzione, negli anni, ha permesso il reclutamento di ragazzi e ragazze che oggi sono pienamente immersi nel mondo del calcio. La sezione di Isernia, nel corso degli ultimi anni, è cresciuta tantissimo in numeri: 162 arbitri all’attivo è traguardo mai raggiunto finora; ma, soprattutto, abbiamo avuto una netta crescita a livello qualitativo».  che danno nuovo slancio alla sezione di Isernia. Tornando al raduno, dopo i test atletici, si sono svolti i quiz e le disposizioni tecniche presso la sede sezionale. In tarda serata sono arrivati anche tutti gli altri associati sezionali per ascoltare la riunione con Archinà che, ringraziando Isernia per la sua ospitalità, ha ascoltato tutti gli interventi e le proposte venute dagli arbitri isernini per “un’AIA migliore”. 
Durante la riunione sono stati premiati i vincitori della patente a punti dell’arbitro: un’idea nata da alcuni consiglieri che prevede l’attribuzione di punti ai vari associati per tutte le positività riscontrate (presenza alle riunioni, partecipazione agli allenamenti, accettazione delle gare, eccetera) ma anche la decurtazione di punti per le negatività (rifiuti ingiustificati, assenze alle riunioni, assenze al polo atletico, eccetera). Un modo per stimolare maggiormente i ragazzi a comportamenti corretti, sportivi e professionali sin dai primi passi in questa associazione. Sul podio Aurelio Mazzocco, primo classificato, seguito da William Turcinovic e da Tonino Ricci ai quali è stato consegnato del materiale tecnico della Diadora messo a disposizione dalla sezione. Dunque, grande soddisfazione di De Falco, presidente della sezione, per questi numeri e questi risultati: «Siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto finora e di quanto potremo ancora fare per i nostri arbitri a livello di qualità e professionalità. Oggi, la visita di Archinà ha dato spessore a questo raduno e, sono certo, che conserverà un bel ricordo della città di Isernia, della nostra sezione e dei suoi associati, nella speranza che possa confermare al presidente Marcello Nicchi quanto di buono si stia facendo per la crescita arbitrale nella nostra provincia. Non ci fermiamo qui: i prossimi mesi vedranno la presenza di altri amici del settore tecnico e di un arbitro di fama internazionale; poi, ancora, la commissione della CAN BS (commissione del beach soccer, ndr) che verrà nei prossimi mesi a Isernia; ricordo che ne fa parte il nostro Gionni Matticoli, arbitro internazionale». A tal proposito, Gionni partirà in questi giorni per le Bahamas, le meravigliose isole nell’Oceano Atlantico, dove sarà l’unico arbitro italiano a dirigere le gare della 2017 CONCACAF Beach Soccer Championship, l’antipasto centro-americano della prossima coppa del mondo di beach soccer che si terrà proprio nell’arcipelago dell’America Centrale dal prossimo 27 aprile. Gare di qualificazione al mondiale per le squadre partecipanti e, ovviamente anche per Gionni che tenterà di bissare la direzione della finale, come accaduto nella scorsa edizione della competizione in Portogallo, nel 2015.  «Infine – chiude De Falco – abbiamo riaperto le iscrizioni per il nuovo corso arbitri che dovrebbe iniziare tra qualche giorno. Ne approfittiamo per invitare chiunque ad iscriversi tramite la nostra pagina Facebook o sito web. In questa sezione non si può che crescere e migliorare. E di ciò ne siamo davvero orgogliosi».
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact