Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 22/02/2017 20:35:00
Contro la violenza sulle donne, spettacolo all'Auditorium di Isernia dal titolo "Amore Mio!"
L’Associazione Ti Amo da Morire ONLUS il prossimo 7 marzo svolgerà un incontro che vedrà protagonisti i ragazzi delle IV e V classi delle predette scuole.
(AGMnews) - Isernia, 23 feb. L’Associazione Ti Amo da Morire ONLUS, con il Patrocinio del Comune di Isernia presenta “Amore Mio” nell’ambito della Campagna Permanente contro la Violenza di Genere, l’Associazione “Ti Amo da Morire ONLUS” è lieta di di annunciare che martedì 7 marzo 2017 alle ore 10.00, presso l’Auditorium Unità d’Italia di Isernia si svolgerà un incontro, accolto con entusiasmo dalle Dirigenti Scolastiche prof.ssa Mariella Di Sanza ISISS “Cuoco-Manuppella” ISIS 01400C e prof.ssa M. Rosaria Vecchiarelli ISISS “Fermi-Mattei” ISIS 01300L, che vedrà protagonisti i ragazzi delle IV e V classi delle predette scuole. L’avv. Serenella Sèstito, Presidente dell’Associazione Ti Amo da Morire Onlus, introdurrà e modererà l’evento parlando dello sportello d’ascolto legale e/o psicologico attivo al numero verde 800 642328 e illustrerà gli scopi e le attività dell’Associazione; a seguire interverranno la dott.ssa Antonella Gatta e la dott.ssa Sandra Fascia, rispettivamente Vicepresidente e socia fondatricedell’Associazione Polaris, consorziata con la ONLUS, che tratteranno dei vari tipi di violenza perpetrabili in danno dei soggetti deboli. Momento clou degli incontri si avrà con “Amore Mio”, un pezzo attualissimo di teatro forum, gentilmente concesso a Ti Amo da Morire ONLUS dalla Compagnia romana Parteciparte, per rendere più consapevole il pubblico dei teen ager di un problema che li tocca più di quanto non riconoscano. Quando una relazione diventa pericolosa? Come possiamo aiutare una persona che sta entrando in una relazione dannosa? Cosa possiamo fare con un uomo che sappiamo che agisce violenza? Sono queste le domande che lo spettacolo di teatro forum “Amore mio” pone al pubblico. La storia di Susan finisce male, ma con il Teatro Forum, la storia riparte diverse volte e il pubblico può intervenire per cambiarla, aiutare la protagonista e creare diversi finali. Nel quadro protetto della finzione teatrale ci alleneremo a trasformare le relazioni, collettivamente e divertendoci! Infatti, con le tecniche di “teatro dell’oppresso” usate dalla compagnia romana Parteciparte diretta da Olivier Malcor, i ragazzi e le ragazze, non solo potranno “vivere” una dinamica violenta in una relazione di coppia, ma potranno anche dire la loro, entrare nella scena e cambiare lo svolgimento della storia. Nel Teatro Forum, le scene che vengono presentate al pubblico sono brevi e vengono recitate due volte. Durante la prima, il pubblico scopre e identifica problemi ed errori. Poi, il facilitatore (il Jolly) chiede agli spettatori se si può far evolvere la situazione. La scena riparte una seconda volta e il pubblico può interromperla quando gli sembra più opportuno, per proporre delle alternative, sostituendosi ad uno dei personaggi o creandone uno nuovo. Il pubblico scopre così quali sono le conseguenze di ogni nuova proposta. Dopo ogni intervento, il facilitatore (o jolly) pone delle domande al pubblico per stimolare la partecipazione e la ricerca di soluzioni. Alla fine dell’evento, il facilitatore riassume le alternative e le soluzioni che il pubblico ha considerato più pertinenti.” L'ingresso previo invito è libero. I posti riservati agli illustri e graditi Ospiti saranno, contrariamente a quanto di solito accade, nelle ultime file, per consentire lo svolgersi dello spettacolo di Teatro Forum che prevede la partecipazione attiva e costante dei ragazzi delle scuole, veri protagonisti della mattinata. Al termine di questo incontro, i ragazzi che avranno partecipato saranno pronti a trasfondere le loro emozioni e il bagaglio acquisito nel loro percorso di vita reale e sapranno anche che esiste un “numero amico” nello sportello d’ascolto legale e/o psicologico al quale, se ne ravvisassero la necessità, potranno rivolgersi in modo anonimo e gratuito. L’Associazione Ti Amo da Morire Onlus, persegue finalità di solidarietà sociale nei confronti di persone svantaggiate, in via primaria, attraverso uno “Sportello dʼAscolto Legale e/o Psicologico – Ti ascolTiAmo da Morire” dedicato a tutte le donne che si trovino sul territorio nazionale che, al di là della loro condizione sociale, culturale ed economica, subiscano, sia in ambito familiare che extrafamiliare, qualsiasi tipo di maltrattamento fisico o psichico quali ad esempio, violenza, sfruttamento, stalking, mobbing familiare, emarginazione e discriminazione, atti questi spesso preludio del ben più grave FEMMINICIDIO, nonché ai minori, appartenenti al nucleo familiare in sofferenza, vittime, sia pur in modo riflesso, di qualsiasi tipo di maltrattamento fisico o psichico nella loro condizione di soggetti svantaggiati. Lo sportello dʼascolto fornisce consulenze qualificate e supporto tecnico da parte di avvocati, psicologi, sociologi e assistenti sociali, al fine di individuare i bisogni e fornire le prime risposte, attraverso il numero verde 800-642328, operativo in giorni e a orari stabiliti. LʼAssociazione garantisce la gratuità dei servizi offerti e lʼanonimato. Tra le attività secondarie, invece, vi è lʼutilizzo della cultura e di tutte le forme d’arte, perché è su queste che si gioca la partita della sopravvivenza e dello sviluppo sano della nostra società ed è per questo che “Ti Amo da Morire ONLUS” trova spazi e momenti di riflessione in tutte quelle manifestazioni culturali/artistiche che riesce a creare o con cui riesce a interagire, predisponendo una nutrita agenda di appuntamenti a livello nazionale. Il progetto intende creare una vasta comunità formata da operatori, artisti, giornalisti, scrittori, registi, filmaker, fotografi, grafici, pittori, attori, intellettuali, filosofi, giuristi, psicologi, sociologi e assistenti sociali ecc… uniti dalla stessa sensibilità e convinti che con l’arte e la cultura ci si possa porre al servizio di un tema sociale così importante veicolandone e amplificandone il messaggio.
 
                                                 
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact