Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 24/05/2017 16:04:00
Civitacampomarano Street festival: seconda edizione della kermesse molisana
Quattro giorni di arte, musica e gastronomia con visite guidate ai muri dipinti, dj set al tramonto, degustazioni dei sapori tipici civitesi, dibattiti.
(AGMnews) - Campobasso, 25 mag. Sono cinque gli artisti protagonisti della seconda edizione del CVTà Street Fest, il festival di arte urbana e contestuale ideato e diretto da Alice Pasquini, che da giovedì 1 a domenica 4 giugno 2017 illumina - con una festa di colori, suoni e sapori - i suggestivi vicoli di Civitacampomarano, in provincia di Campobasso. Gola Hundun (Italia), Francisco Bosoletti (Argentina), Alex Senna (Brasile), Maria Pia Picozzi (Italia) e Nespoon (Polonia) sono i cinque nomi internazionali della street art che si ritrovano nell’antico borgo: a riunirli, la speranza di fermare lo spopolamento con un gesto di bellezza offerto gratuitamente alla cittadinanza e agli sguardi dei visitatori che, nell’ultimo anno, hanno trasformato Civitacampomarano nella meta di un turismo inedito e curioso. Dopo avere lasciato testimonianze delta loro arte in diverse città del mondo, questi artisti sono ora coinvolti in un progetto di riqualificazione fortemente voluto e sostenuto dalla comunità locale e dagli abitanti del paese, che hanno scelto di mettere a disposizione di spray e pennelli i muri più belli e gli angoli più ammalianti del loro comune. Il CVTà Street Fest è organizzato della Pro Loco “Vincenzo Cuoco”, con il coordinamento degli eventi affidato a Jessica Stewart, ed è realizzato grazie l’entusiasmo dei volontari e al fattivo sostegno del main sponsor Peroni. Il festival è sostenuto inoltre da Free Energia spa, Life srl, Energy Mix srl, Centro Allarme Molise, Ecogreen srl. La fotografa ufficiale della manifestazione è Alessia Di Risio. MURI DIPINTI DA SCOPRIRE – Se Gola Hundun, Francisco Bosoletti e Alex Senna hanno già ultimato i loro murales, visitando il borgo nel corso due mesi a partire da inizio aprile, il 1 giugno arrivano a Civitacampomarano gli artisti Maria Pia Picozzi e Nespoon, per realizzare interventi “in diretta” nei quattro giorni della manifestazione, in modo che visitatori e curiosi possano osservare il work in progress della loro pittura. Il programma del CVTà Street Fest prevede infatti innanzi tutto la visita ai punti di interesse del borgo dipinto: oltre ai nuovi murales realizzati nel 2017, si possono infatti ammirare gli interventi degli artisti della prima edizione della manifestazione (Biancoshock, David de la Mano, Pablo S. Herrero, Hitnes, ICKS e UNO), oltre ai due muri dipinti da Alice Pasquini. Dal 1 al 4 giugno sono previsti due tour giornalieri e gratuiti alla scoperta del paese e dei suoi tesori d’arte. L’appuntamento quotidiano è alle ore 10.30 e alle ore 16.30 all’Info Point del Festival (largo Umberto I). A fare da cicerone sono gli studenti delle scuole medie e superiori del territorio, affiancati dai volontari del Festival. NON SOLO ARTE – Ad aprire il festival, la conferenza stampa di giovedì 1 giugno, alle ore 11.30, presso il Castello Angioino di Civitacampomarano (largo Vincenzo Cuoco), alla presenza della direttrice artistica Alice Pasquini, delle autorità e dei rappresentanti della Pro Loco “Vincenzo Cuoco”. Ma il CVTà Street Fest non è solo arte. Il programma del festival promuove infatti le bellezze storiche e paesaggistiche del territorio di Civitacampomarano con una serie di eventi collaterali che spaziano dai dj set en plein air alla gastronomia. Musica al tramonto, venerdì 2 giugno, per un aperitivo all’insegna dell’arte: alle 19.30 in via Garibaldi l’appuntamento è tutto da ballare con il dj set di ARZ, che propone una sofisticata commistione di sonorità ambient, electro, dub e techno, all’insegna della sperimentazione elettronica. Il giorno clou del CVTà Street Fest è sabato 3 giugno. I muri dipinti si apprezzano meglio a pancia piena e, per questo, il pomeriggio è dedicato alla riscoperta di antichi sapori della tradizione popolare civitese che rischiano di essere dimenticati. Alle ore 17:00 l’appuntamento è con lo Street food. Passando da un murales all’altro, i visitatori possono fermarsi nelle cinque postazioni (in via Marcello Pepe, via Colle, Corso XXIV Maggio, via D‘Ascanio, via Discesa degli Orti) che si appoggiano ad altrettante case private, per offrire ai visitatori cinque pietanze tipiche di Civitacampomarano, cucinate dalle signore del posto: il riso con il latte (ris cu latt), la pizza di granoturco con i cavoli (pizz e fogl), le scrippelle (scr'pell'), il pane indorato e fritto (pan 'nrat) e i ceci (i cic). Il tutto accompagnato dalla birra Peroni. Le degustazioni sono a sottoscrizione libera. Parlando di cibo di strada, non può non essere presente Chef Rubio: il cuoco frascatano, noto al grande pubblico per i suoi programmi televisivi e per il suo impegno sociale in cucina, partecipa infatti alla seconda edizione del CVTà Street Fest nell’inedita veste di fotografo e video-reporter speciale, arricchendo con la sua presenza e con l’apporto della sua creatività il parterre della manifestazione. Rubio è impegnato a realizzare un POV Speciale dedicato al CVTà Street Fest, ovvero uno dei suoi minireportage di viaggio della webserie POV-point of view disponibile sul sito www.chefrubio.it, per raccontare secondo il suo punto di vista le peculiarità di un borgo seducente e del festival che lo anima. Questo reportage verrà poi condiviso in esclusiva sul profilo Facebook di Birra Peroni. Sempre sabato 3 giugno, la festa prosegue nel fossato del Castello Angioino, insolita location per il dj set di Dj Gruff, punta di diamante della scena rap italiana, che già lo scorso anno ha fatto ballare i nonni di Civitacampomarano con i suoi sorprendenti mix di note vintage, ripescate da cantine e soffitte. Il CVTà Street Fest si conclude, infine, con un dibattito dedicato ai temi della street art e della riqualificazione urbana. L’appuntamento è per domenica 4 giugno alle ore 15 presso il Circolo Mozart, in corso 4 novembre 23.
LA RACCOLTA FONDI “HELP CIVITA” – Una lenta e progressiva frana minaccia Civitacampomarano dall’inizio del 2017, con gravi danni agli edifici e alle strade. Le strutture più danneggiate, come gli stessi uffici comunali, vanno abbandonate, ma la gente non si rassegna e vuole lottare per non far morire il borgo. Ma serve un sostegno concreto. Per aiutare Civitacampomarano, è stata attivata la campagna di raccolta fondi “HELP CIVITA”, destinando il ricavato a supporto del recupero dell’ex edificio delle Scuole Materne da adibire a nuova sede del Municipio e da edificio strategico della Protezione Civile. I contributi devono essere versati esclusivamente sul conto corrente del Comune di Civitacampomarano, alle coordinate banco posta IBAN IT91L0760103800000012918868 oppure sul conto corrente postale numero 12918868. Nella causale, le donazioni dovranno riportare la dicitura “HELP CIVITA, fondi a supporto della nuova sede municipale”.
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact