Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 12/07/2017 22:30:00
PSR 2014-2020: dal 23 giugno 2017, erogati a favore del mondo agricolo circa 8 mln di euro
L'assessore Facciolla precisa che tale acconto è stato assegnato a giovani agricoltori
(AGMnews) - Campobasso, 13 lug. Con riferimento all’articolo di stampa del Consigliere Nicola Cavaliere, l’Assessore alle Politiche Agricole, Vittorino Facciolla precisa quanto segue. Mi preme tranquillizzare il Consigliere sui pagamenti delle misure a superficie e sul rispetto della tempistica. Forse, al Consigliere, sarà sfuggito che le indennità compensative del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 sono state erogate lo scorso 23 giugno ed hanno riguardato oltre 1100 aziende molisane per un importo complessivo di 4 milioni di euro. Il pagamento per la misura dell’agricoltura biologica, come da nota stampa dell’assessorato, diffusa a seguito di un proficuo incontro con i rappresentanti Agea, è previsto entro il 14 agosto 2017 per le domande della campagna 2015, ed entro il 14 settembre 2017 per le domande della campagna 2016. Inoltre, aggiunge l’Assessore, le esigenze del mondo agricolo sono tra le priorità del Governo Regionale. Basti pensare che la Regione Molise è stata, ed è tutt’ora, la prima ed unica Regione ad erogare i pagamenti sulle misure strutturali della programmazione 2014/2020. Infatti, sempre il 23 giugno, è stato adottato da AGEA il decreto di pagamento per l’acconto del premio assegnato ai giovani insediati che ha consentito l’erogazione di ben oltre 3,2 milioni di euro a favore di oltre 90 giovani agricoltori. Altri pagamenti sono stati erogati da Agea all’inizio del mese di luglio relativi agli indennizzi per mancati redditi e per le manutenzioni degli imboschimenti per circa 500 mila euro. Risorse, quindi, che sono a beneficio del mondo agricolo.
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact