Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 10/09/2017 19:18:00
Emergenza ricoveri al Cardarelli, intossicazione da botulino
Una donna e due dei suoi figli avrebbe ingerito la sostanza tossica
(AGMnews) - Campobasso, 11 set. Intossicazione da botulino. Tre persone, una donna di 51 anni e i suoi figli di 21 e 29 anni, di un paese della provincia di Campobasso, sono ricoverati al 'Cardarelli' di Campobasso, probabilmente per aver mangiato alimenti contaminati dalla pericolosa tossina. I tre sono stati portati in ospedale dopo che, al termine di un pasto, hanno avvertito gravi malori, che hanno subito fatto sospettare il botulismo. Sintomi che i medici ben conoscono, dalla visione distorta, alla nausea e alle vertigini, alla difficoltà a parlare, nei casi più gravi anche una paralisi muscolare progressiva. Una forma di avvelenamento, causata dalla tossina del clostridium botulinum, un batterio anaerobio (che cioè non ha bisogno di ossigeno), che si annida in conserve, sottoli o marmellate spesso preparate artigianalmente. Più raramente in prodotti industriali nei quali si sia verificato un errore nel processo di preparazione e conservazione. Ancora non è chiaro cosa abbia potuto determinare l'intossicazione. Sembra, infatti, che altre persone, pur avendo mangiato le stesse pietanze, non abbiano manifestato sintomi sospetti. La notizia è stata confermata dal direttore sanitario del Cardarelli Luigi Di Marzio, che ha disposto l’invio di campioni prelevati ai tre pazienti all’Istituto superiore di sanità, per svolgere analisi accurate. La donna e il figlio di 29 anni, che avrebbero già manifestato qualche segno di miglioramento, sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive.  Il ragazzo di 21 anni, le cui condizioni sono più serie, in via precauzionale è stato trasferito in 'Rianimazione',  dove si trova in prognosi riservata. Ma restano tutti e tre sotto stretta sorveglianza medica.
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact