Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 15/09/2017 15:15:00
Legge elettorale, un progetto per i cittadini, non per i partiti
Programmi, opinioni e tanto altro saranno i temi principali con il quale il Movimento Cinque Stelle porterà in campo per le prossimi elezioni regionali
(AGMnews) - Campobasso, 16 set. Partecipare, dibattere, comprendere. Sono questi i punti cardine del MoVimento 5 Stelle Molise, a differenza degli altri schieramenti politici. Dopo settimane a disposizione di ogni suggerimento sulla nostra piattaforma di condivisione Rousseau, dopo l’assemblea di domenica scorsa a Termoli, ieri nella sala consiliare del Comune di Campobasso abbiamo presentato e discusso insieme a cittadini e attivisti la nostra proposta di legge elettorale. Un progetto nuovo sotto tanti punti di vista che punta a una corretta rappresentanza dei cittadini nelle istituzioni e alla stabilità di governo. Via abbiamo parlato del sistema elettorale che, come per molte altre regioni, prevede un sistema elettorale basato sul proporzionale con premio di maggioranza. L’80% dei seggi è assegnato con il proporzionale, il 20 % è invece assegnato come premio alle liste collegate al candidato Presidente vincitore. Vi abbiamo parlato di circoscrizioni e del nostro metodo di calcolo. Il nostro progetto prevede due circoscrizioni come le province amministrative e il metodo di calcolo d’Hondt, che vi abbiamo spiegato nei dettagli, garantisce l’effettiva rappresentanza di entrambi i territori. Il numero di seggi sarà di 10 per la provincia di Campobasso e 6 per quella di Isernia. Vi abbiamo parlato di voto congiunto, un voto completo e consapevole che richiama uno dei principali fondamenti del MoVimento 5 Stelle: puntare sul programma, non sulle persone. Il voto congiunto garantisce che consigliere regionale e governatore condividano, appunto, un programma. L’intero impianto della legge inoltre ha il merito di combattere la peculiarità tutta molisana dei partiti unipersonali spostando l’attenzione del singolo sugli ideali alla base di ogni visione politica. Il sistema M5S prevede soglie di sbarramento al 10% per le liste in coalizione e al 5% per le liste singole per evitare i partiti monocellulari che spesso significano solo interessi di parte e maggiori costi. Infine altri due punti cardine: limitare a due mandati consecutivi l’eleggibilità del governatore ed eliminare il diritto al seggio automatico per il candidato presidente arrivato secondo che dovrà ottenere preferenze come tutti gli altri. Via poi il privilegio del listino bloccato che ha consentito a tanti candidati di essere eletti senza voti. Dopo l’esposizione della proposta, è stato aperto il dibattito. Abbiamo risposto ad ogni dubbio, tuttavia le sollecitazioni ricevute saranno prese in considerazione dai portavoce in tutte le fasi di discussione della legge in Consiglio regionale, se mai davvero dovesse iniziare il dibattito in Aula. In quel caso, una cosa sia chiara: il MoVimento 5 Stelle Molise non appoggerà proposte di legge elettorale avanzate da altri partiti, né voterà favorevolmente a stralci di esse. Continuiamo a seguire la nostra strada dato che l’impianto della legge è sostenuta dalla maggioranza degli iscritti. Ma ci saranno altre occasioni per parlare di legge elettorale. Fra qualche giorno ci rimetteremo in cammino lungo le strade molisane per parlare di tanti temi e del programma elettorale 5 stelle. Stay tuned!
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact