Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 01/06/2018 09:50:00
Alea iacta est!.L’ importante competizione “Amice, latine discere” giunge alla sua 6^ edizione.
Martedì 4 giugno, l’Istituto “Igino Petrone” di Castelpetroso scoprirà e assegnerà il premio allo studente vincitore.
(AGMnews) - Castelpetroso, 01 Giu.    Alea iacta est! Eh sì,  i giochi sono fatti! Martedì 4 giugno presso l’auditorium A. La Mensa, ore 10.30,  si scoprirà il nome del vincitore del Certamen “Amice, latine discere”, competizione giunta alla sua sesta edizione indetta dall’Istituto Comprensivo “Igino Petrone” di Campobasso e da quest’anno portata alla ribalta nazionale. 70 studenti delle classi terze delle scuole secondarie di I grado provenienti anche da fuori regione (Istituto Comprensivo “Dante-Galiani” di San Giovanni Rotondo  (FG) e Istituto Comprensivo “Garibaldi Leone” di Trinitapoli (BAT) si sono cimentati nella giornata del 18 maggio nella traduzione di una versione di latino preparata dai docenti del Liceo classico “Mario Pagano” di Campobasso e ora attendono ansiosi e curiosi di conoscere chi si è aggiudicato il titolo di novello latinista e una borsa di studio di 300 euro. Importanti premi anche per il secondo e il terzo classificato (rispettivamente 200 e 100 ero) e menzioni speciali per chi ha comunque svolto una prova generalmente corretta. 
La dirigente dott.ssa Mariacristina Battista e le professoresse di lettere che hanno curato l‘iniziativa, prof.sse Antonella Minicucci e Angela Dalicco, sono soddisfatte dei risultati ottenuti: è la prima volta che un Certamen viene  rivolto alle scuole secondarie di I grado del territorio nazionale e aldilà di ogni positiva previsione l’iniziativa ha riscosso notevole successo non solo per i numeri raggiunti, ma per l’entusiasmo che ha animato tutti i giovani partecipanti nell’affrontare una prova non affatto facile. Questo testimonia che l’insegnamento della lingua latina non è una mera chimera, ma una realtà che si sta affermando con forza nelle scuole italiane, uno strumento che contribuisce sia a padroneggiare meglio la nostra lingua, arricchendo il lessico e potenziando la capacità di comunicazione, sia ad acquisire un metodo logico di lettura e analisi solido e autonomo da applicare anche in altri contesti di studio. Sta per arrivare il grande momento, HIC ET NUNC.  E se ci fossero tutti ex aequo? Il regolamento della competizione ovviamente non lo prevede: dura lex, sed lex.
Comunque audaces fortuna iuvat  e i ragazzi del Certamen “Amice, latine discere” hanno già tutti vinto! 
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact